Sognando Parigi

Torno in ufficio dal mio sopralluogo a Monsummano Terme e apro l’unica nuova mail che mi era arrivata. Scritta tutta in francese. E chi lo parla il francese? L’unica frase in italiano è il commento del mittente: “la tipologia che cercano è la tua, ma dovresti fare un salto a Parigi..” Ommioddio. Parigi? Calma un po’, qui urge attenta lettura. Riesco … Continua a leggere

Un’altra mostra fotografica

Via, dato che ormai siamo in tema di mostre fotografiche, ve ne lancio un’altra. La mostra di Giovanni Presutti, un amico ed un ex compagno di teatro, che con la macchina fotografica mica cattura le immagini lui. No no, lui cattura le emozioni. Lo trovo straordinario, ed il fatto di avere scoperto che questa mostra si tiene a 50 m … Continua a leggere

Un anno di mimo – Mostra fotografica

Durante lo scorso anno di mimo, ogni nostra lezione è stata accompagnata dagli scatti di un fotografo, Emanuele Teobaldelli. Finito l’anno, la sua macchina fotografica aveva fatto oltre 4000 click. Allora lui s’è messo di buzzo buono, se le è riguardate tutte, ha selezionato le migliori e le ha stampate. Ed ora ci ha fatto una mostra. Ieri c’è stata … Continua a leggere

Giorni vuoti e pieni

Beh, ecco. Insomma, eh. Alla fine avevo ragione io. Alla fine il 23 settembre che aspettavo tanto non è mica arrivato. Sì, ok,volete fare i pignoli? Va bene, è arrivato, ma me l’hanno mandato vuoto. Bella beffa, sì. Si aspettano i giorni per i loro eventi, se ci togli quelli, si può sapere che me ne faccio? Altre due settimane … Continua a leggere

Proiettata nel futuro

E’ parecchio che non scrivo e questo perchè in questi giorni sono così proiettata nel futuro che non riesco a percepire il presente. Passo le giornate prevalentemente a pensare, cercare, ideare la nuova casa, che comunque non arriverà prima di marzo. E così mi sommergo la testa di immagini di parquet, di cucine country, di piastrelle da bagno. Il restante tempo … Continua a leggere

Le Streghe di Roal Dahl

Abbiate pazienza e non giudicatemi male, se mi sono messa a leggere “Le Streghe” di Roal Dahl. Consigliato per un’età di 7 anni. In realtà dice 7 anni in sù, ed io “in sù” ci sono e quindi rientro nel target. E’ che dopo libri intensi, come Delitto&Castigo, avevo voglia di qualcosa di leggero, avevo voglia di un libro per … Continua a leggere

Non era la mia idea ma mi sono divertita lo stesso

E’ odiosa questa sensazione che provi, quando ti viene in mente un’idea carina e non sai come realizzarla.. perchè è qualcosa di un po’ surreale e quindi non puoi agirla in senso teatrale, non puoi disegnarla perchè non ne hai davvero le capacità, non la puoi animare al pc perchè le tue conoscenze di questi programmi (che tra l’altro non … Continua a leggere