La silvia con gli stivali

I miei enormi stivali anti-infortunistici me li tengo dentro la baracca di cantiere, inutile portarli ogni giorno avanti e indietro. Ieri arrivo come ogni mattina in baracca per cambiarmi le scarpe con quel po’ di fretta generata dal mio ritardo che stava irritando quattro enormi camionisti impazienti. Allora di corsa infilo un piede nello stivale. Ma non riusciva a entrare … Continua a leggere

Accompagnare le amiche in bagno

Le amiche si accompagnano nei bagni pubblici. Nessuno ha mai spiegato il perchè di questa strana usanza, ma di fatto, è così. E così, ieri a teatro ho accompagnato le mie amiche nel bagno sovraffollato di signore e signorine. La mia amica n.1 mi chiede: “Potresti per favore reggere il mio giubbotto mentre vado in bagno?” Certo.   Un altro … Continua a leggere

Gran Varietà Brachetti

“Gran Varietà Brachetti”, ieri al Teatro Verdi. Un attesa di due mesi, aspettative enormi per un personaggio straordinario e poi? Oh, e poi tutti bravissimi, gli acrobati, il corpo di ballo, i clown, gli attori. Scenografie e coreografie pazzesche. Ma lui? Si, lui, l’Arturo Brachetti che volevamo? Due scenette da pochi minuti e finita lì. Bravissimo, eccezionale come al solito, … Continua a leggere

A scuola di mimo

Non soddisfatta del corso di teatro, i miei passi sono tornati verso la scuola di mimo. Ho fatto le prime due lezioni e ne sono letteralmente entusiasta!!! E’ un bel gruppo, piccolo per lavorare bene e formato da ragazzi simpatici, con un’insegnante veramente veramente in gamba, che è stata allieva di Marcell Marceau. E’ il mondo del silenzio e dell’invisibile. … Continua a leggere

Teatralmente perplessa

Un po’perplessa, sì. E un po’ delusa anche. La aspettavo da giugno la ripresa del corso di teatro ed ora che è arrivata mi trovo davanti un cambiamento radicale di rotta della scuola, che mi fa un po’ storcere il naso. Lezioni di pedagogia e sedute di psicanalisi. Oh, no grazie, avrei fatto una scelta diversa da una scuola di … Continua a leggere

Tip tap: lezione numero 1

Ieri ho avuto la mia prima lezione di tip tap!!! Che dire, sono un imbranata, ma questo si sapeva. Per la danza non sono mai stata portata. Ed in fondo era anche la prima volta. Però caspita quanto è divertente!!!! Tanti saltelli tecnici da imparare, da velocizzare, per poi dimenticare i piedi e lasciarli cantare da soli, trasportati dal jazz … Continua a leggere

Pronti attenti VIA!

Eccoci, ci siamo, dalla prossima settimana si riparte davvero: il tip tap, il teatro a Grassina sotto la guida di Giovanni, un laboratorio sul cloun per il finesettimana… insomma finalmente si torna in gioco! Peccato per la scuola di mimo, che cadeva negli stessi giorni del teatro e alla quale ho dovuto rinunciare.. Ma sarà per il prossimo anno!

Opinioni di un clown

Finito di leggere un libro che mi sono trascinata dietro per due settimane di malavoglia. Un libro molto lento di uno scrittore (Heinrich Boll) che già un’altra volta non mi era piaciuto affatto ed al quale ho voluto dare una seconda possibilità, ma forse solo perchè mi trovava particolarmente sensibile a quella parolina del titolo. Comunque ecco qui la mia … Continua a leggere

Due piccoli momenti

Ultimamente il mio lavoro non mi piace affatto: giornate lunghissime a fare qualcosa che detesto. Però oggi ci sono stati due piccoli momenti che mi hanno lasciato il sorriso. Il primo è stato quando, sotto l’escavatore gigante, ho pensato al mio possibile futuro bimbo, e a quanto sarebbe contento di sapere che la mamma lavora in cantiere con le ruspe, … Continua a leggere

Il matrimonio nel castello

Una due-giorni di matrimonio a Viterbo. Condivisa con Mr.Peraltro ed in compagnia di un fantastico gruppo di ragazzi. Una sposa bellissima, una cena buonissima, un pernottamento in una romantica camera del castello. Alla fine, nonostante ritenga la tipologia di eventi “matrimonio” piuttosto noiosa, questo mi è piaciuto davvero tanto, sono stata molto bene. Al punto che forse forse un pensierino … Continua a leggere